Cantina “Bizzanel”

La cantina “Bizzanel” è ubicata nel centro storico della frazione di Villatico, al piano interrato di un fabbricato prospettante su una corte alla quale si accede dalla via Asilo, strada che collega la Piazza della Chiesa alla storica fontana di centro paese. La cantina attualmente è di proprietà della Signora Seregni Gabriella che l’ha acquisita dallo zio Seregni Carlo e da altri comproprietari. Il nome della cantina deriva dal fatto che la cantina e il locale sovrastante furono abitati per parecchi anni da Bizzanelli Emilio detto comunemente da tutti “Bizzanel”. Il “Bizzanel” era un uomo con evidenti problemi di vista, solo per un po’ di tempo era riuscito a riconoscere a fatica qualche ombra, nell’ultimo periodo della sua vita divenne purtroppo completamente cieco. Esso viveva da solo nel locale a piano terra dove si “arrangiava” a cucinare qualcosa e aveva un letto per riposare, quando aveva bisogno del bagno si recava in una latrina nelle vicinanze della casa della Signora Rosa. Riconosceva le persone dai passi ed era contento quando arrivava a trovarlo l’attuale proprietaria Seregni Gabriella. La cecità non permetteva purtroppo al “Bizzanel” di lavorare, l’unica mansione che riusciva a espletare era quella di legare le pannocchie del grano (i “carloni”) con il “selesc” (salice domestico), il pomeriggio e alla sera amava cantare in compagnia del vicinato sulla panchina presente nella corte. Durante il giorno era solito andare un paio di volte all’osteria dei “Gervas” per bere il classico calice, seppur cieco il “Bizzanel” conosceva bene la strada che percorreva aiutandosi con la “magnola” e seguendo il muro che costeggiava la via, anche in casa si muoveva abbastanza bene e nella corte si disimpegnava contando i passi e ricordandosi dei punti fissi. Quando il “Bizzanel” divenne completamente cieco il papà di Gabriella, Seregni Aldo, chiuse il vano scala che dal locale di abitazione al piano terra scendeva alla cantina, questo perché per una persona anziana e in quelle condizioni rappresentava il primo e principale pericolo. Molto curioso un fatto capitato in quel tempo quando alcuni vicini iniziarono i lavori di manutenzione della pergola che copriva tutta la corte, prima di togliere i vecchi pali di sostegno della pergola posizionarono quelli nuovi tra i quali uno in un punto che il “Bizzanel” non poteva vedere e sapere, fu così che andò subito a sbattere contro il nuovo palo per poi cadere per terra. Il “Bizzanel” soggiornò a Villatico fino alla fine degli anni settanta, per le proprie condizioni di salute venne trasferito, tramite il Comune, in un ricovero della Brianza dove trascorse gli ultimi anni della sua vita. Attualmente la cantina “Bizzanel” è ancora in buono stato anche se necessita di alcuni lavori di manutenzione.

Immagine di repertorio