Cantina “Gia’ Gia’ – Esterina”

La cantina “Già Già – Esterina” è ubicata in via Fontanedo con l’ingresso vicino all’inizio del vicolo Mulin e con accesso prospettante sul lavatoio di Villatico. Entrando dalla via Fontanedo in fondo al regresso c’è la porta di accesso alla casa dalla quale si scende da una scala fino in cantina che viene raggiunta alla fine della rampa dopo aver attraversato un disimpegno tra le mura in pietra, il locale si presenta ancora in perfette condizioni perché da sempre e tuttora è utilizzato per la stagionatura del formaggio, dei salumi e del vino. La cantina attualmente è di proprietà di Mazzina Natalia e Fabiana Eredi di Mazzina Vittorio, Mazzina Daniela e Stefano Eredi di Mazzina Aldo e Mazzina Marco. I fratelli Mazzina Vittorio, Aldo e Marco erano figli di Branchini Esterina sposata con Mazzina Terzito, Mazzina Esterina era figlia di Branchini Bernardino (Bernardin) detto Già Già. Il nome della cantina deriva dal fatto che il bis-nonno Branchini Bernardino (Bernardin) era detto “Già Già” perché a volte ripeteva le parole che diceva mentre “Esterina” deriva dal nome della figlia del “Bernardin” nonna degli attuali proprietari. Esterina era una casalinga che per mantenere la famiglia filava la lana e esercitava l’attività agricola col marito Mazzina Terzito che durante la guerra era in Russia, durante questo periodo bellico l’Esterina affittava le camere per recuperare dei soldi che al tempo erano indispensabili, durante il tempo della guerra tante famiglie di Colico si spostarono in periferia per alloggiare in posti più sicuri dal pericolo dei bombardamenti. Originariamente il fabbricato con la cantina era costituito da piano interrato (cantina), piano terra (cucina), piano 1° (camera), piano 2° (camera) e solaio, nel regresso intorno alla casa vecchia c’era l’orto e lo spazio per allevare gli animali quali le capre, il maiale e le galline; successivamente il fabbricato è stato ampliato con la realizzazione del piano 3° e dell’ampliamento sul terreno circostante. La cantina confina con la cantina “Secrista” ed è molto indicata per la stagionatura e la conservazione del formaggio, attualmente è ancora utilizzata dalle famiglie che ne sono gli attuali proprietari.